Caccamo

Caccamo panoramaGelosa d’amore
Sui monti nascosta
Tra ulivi distesa
Caccamo canta
Di nobili imprese
Di trepide attese
Di figli lontani.

E canta con arpe
Di raggi di sole
Con voce di venti
Le storie d’armati
Di vanghe e preghiere
Di donne rapite da draghi
Di forni di pane.

Ascolta tu notte
Che giaci distesa
Su cuscini montani
Altrove nervosa
Partorisci mattini
Già ciechi di luce.

Renzino Barbera